Menu

Le uova laccate, Fabergè

Ma le uova imperiali per antonomasia sono quelle della ditta orafa Carl Fabergè, che i membri della famiglia regnante e l'aristocrazia si scambiarono dal 1885 fino al 1916. Si conoscono 54 di questi oggetti straordinari, tutti pezzi unici creati secondo un'idea originale su un tema di attualita o di fantasia.

II primo fu la copia esatta di un uovo; realizzato in oro ricoperto di smalto color latte, conteneva una gallinella d'oro.

Degno di nota e quello della Pasqua del 1900, in argento decorato di smalto multicolore e sormontato dall'aquila bicipite, che racchiude un perfetto modellino di treno in oro e platino con fari di rubini e brillanti.

Un altro pezzo magnifico per 1'elegante associazione di materiali preziosi, cristallo di rocca decorato con lapislazzuli, smalto, oro e brillanti, racchiude lo yacht imperiale in miniatura.

Splendido anche uno degli ultimi pezzi realizzato nel 1914, "l'uovo a mosaico" dai mille riflessi colorati, con la sorpresa di un delicatissimo cammeo che ritraeva i figli dell'imperatore.

Lo stile di questi pezzi, certo irripetibili, e stato ripreso dall'orafo pietroburghese Andrej Ananov che realizza piccole uova pendenti in smalto iridescente guilloche decorate con stemmi araldici, nodi d'amore o fiordalisi in pietre preziose, e ancora uova soprammobile in smalto, oro, argento o pietre dure.