Le matrioske, la tecnica realizzativa

Le matrioske, la tecnica realizzativa

I tipi di legno usati per le matrioske sono oggi come allora il tiglio e la betulla: l'albero viene tagliato all'inizio della primavera, privato di quasi tutta la corteccia e diviso in ceppi, che vengono messi ad asciugare all'aria aperta per alcuni anni. Solo un artigiano esperto puòrendersi conto del momento in cui il legno è pronto per essere lavorato attraverso un lungo procedimento, che comprende ben 15 operazioni diverse.

Si eseguono prima i pezzi più piccoli, per finire con la bambola "madre", il tutto senza prendere alcuna misura, basandosi unicamente sull'abilit e l'esperienza del maestro. Se fino agli ultimi anni del XIX secolo le matrioske venivano realizzate a Mosca nel Laboratorio pedagogico per bambini, quando questo chiuse, a raccogliere la fiaccola della tradizione fu Sergiev Posad (ribattezzato Zagorsk negli anni %u201930, ora ha riacquistato il suo antico nome), vivace cittadina autenticamente russa, il cui colorito mercato, all'ombra del celebre monastero di San Sergio, pullulava di una folla di personaggi che servirono da modello proprio alle varie tipologie delle matrioske.

Non mancavano però certamente anche i soggetti storici: i boiari e le loro mogli, i bogotyr, gli eroi russi, i personaggi dei romanzi di Gogol e, nel 1912, nel centenario della guerra contro Napoleone, matrioske con le fattezze dell'imperatore francese, del suo avversario, il generale Kutuzov, e all'interno, le figurine dei comandanti dei loro eserciti. Ma la fama di questo giocattolo (all'epoca molto costoso) ebbe la sua consacrazione internazionale nel 1900 all'Esposizlone Universale di Parigi. Nel 1911 in Russia giungevano ordinazioni di matrioske da 14 paesi stranieri e a Sergiev Posad la produzione di queste contava ben 21 modelli diversi, che potevano contenere da 2 a 24 pezzi. Ma la più grande matrioska, di 60 pezzi, fu realizzata in questo centro del giocattolo in tempi più recenti, nel 1967.

La crescente popolarit della bambola fece sì che in Russia, in Ucraina e in Bielorussia si sviluppassero molti altri luoghi di produzione, ognuno dei quali ha elaboralo un proprio stile particolare. Fra i più noti bisogna ricordare quello di Semjonov nella zona del Volga, le cui matrioske sono molto decorative e simbolesche, con personaggi ispirati alla cultura popolare.

Cosa sapere sulla matrioska