Le filigrane, l' arte di intrecciare i metalli

Le filigrane, l' arte di intrecciare i metalli

La "filigrana", o "skan", rappresenta sicuramente il più importante metodo di lavorazione del metallo. Ci sono tracce di lavori eseguiti con questa tecnica fin dal X secolo, quando ancora la Russia si chiamava Kievskaya. Gli oggetti risalenti a questo periodo adottavano una filigrana lieve, poco arrotolata, ma già dal XII secolo si ha un'evoluzione della lavorazione di "skan", in cui iniziano a comparire più filigrane saldate tra loro. Ma l'evoluzione è solo agli inizi, con il tempo vengono ideate ed applicate nuove metodologie, la filigrana traforata ed in rilievo, comincia ad assumere un ruolo importante le pietre, che appaiono nelle forme più svariate. Dopo un periodo in cui l'arte della filigrana è ostacolata dall'invasione mongolo-tartarica, alla fine del XV secolo, inizio XVI inizia uno sviluppo continuo che porta all'utilizzo di pietre preziose, smalti, legno ed avorio intagliato. In questi tempi lasciano il segno due maestri su tutti, Amvrosi ed Ivan Fomin.

Cosa sapere sulla filigrana russa